Mobile User Experience

Mobile User Experience: 3 requisiti fondamentali.

La Mobile User Experience dovrebbe essere ineccepibile per qualunque sito internet.

Vi è un punto fondamentale sul quale riflettere: quanto tempo dedica ciascun individuo alla navigazione mobile ogni giorno?

Quanti degli articoli scritti, dei prodotti venduti, delle transazioni effettuate provengono da una navigazione mobile? 

Consideriamo alcune statistiche per la navigazione da mobile: 

– il 33% delle potenziali vendite di un sito web fallisce quando non ha una adeguata ottimizzazione per mobile.

– il 45% degli utenti va in cerca di siti alternativi se il primo risultato della sua ricerca non risulta ottimizzato per il mobile.

45% degli utenti di età compresa tra i 18 e i 20 anni usano i loro smartphone per le ricerche online che compiono quotidianamente.

80% dei consumatori completa almeno 1/3 dei propri acquisti mensili tramite mobile.

– Il 61% dei consumatori ha una opinione migliore dei siti web con una valida mobile User Experience.
(Fonte Marketingtechblog)

È stato stimato che controlliamo il nostro cellulare 150 volte al giorno, una volta circa ogni sei minuti, dallo studio di Kleiner Perkins Caufield & Byers.

Questo implica che la navigazione sui siti internet avvenga più da mobile che da desktop, ponendo in posizione centrale la Mobile User Experience alla pari della User Experience da desktop.

Ma come si può scoprire se il proprio sito internet ha una valida Mobile User Experience?

Sarebbe doveroso porsi almeno 3 domande:

  1. La navigazione da mobile richiede un lasso temporale maggiore rispetto a quella da desktop?
  2. La grafica del sito risulta comprensibile da mobile quanto lo è da desktop?
  3. La navigazione tra le pagine del sito è scorrevole quanto da desktop?

Se le risposte a queste domande sono negative è necessario intervenire con tempestività: migliorare la Mobile User Experience del proprio sito internet è una priorità assoluta.

Vi sono 3 requisiti fondamentali che è necessario garantire nel corso della navigazione da mobile.

  1. Efficienza.

    Se c’è una cosa alla quale l’utente che naviga da smartphone tiene particolarmente è facilità di utilizzo: la possibilità di fare quel che si vuole, quando lo si vuole e soprattutto da dove si vuole. Il consiglio è di agevolare l’utente e rendere la sua esperienza online il più gradevole ed efficiente possibile. Quando la versione mobile di un sito è una replica della versione desktop l’utente ha la necessità di ingrandire le pagine e manipolarle più volte per giungere al punto di suo interesse. Per essere efficiente è necessario che un sito venga progettato esclusivamente per il mobile, o per lo meno riadattato all’esperienza mobile. Copiare la versione desktop non è abbastanza.

  2. Accessibilità.

    La comunicazione è fondamentale in ogni interazione con il cliente, anche nel corso della navigazione da mobile. Per questo utilizzare un linguaggio estremamente tecnico nella versione mobile di un sito internet potrebbe essere d’ostacolo alla comprensione da parte dell’utente finale.
    Gli utenti, infatti, preferiscono trovarsi davanti ad un linguaggio semplice e comprensibile piuttosto che ad una lunga serie di tecnicismi che sono costretti a cercare su google (cosa più semplice da desktop, ma davvero scomoda da mobile). Dare la possibilità agli utenti di comprendere pienamente cosa stiano facendo e in che modo muoversi è fondamentale per ridurre lo stress e la frustrazione degli utenti che non sentiranno la necessità di lamentarsi della loro esperienza.

  3. Sicurezza.

    Proprio come per gli altri canali, la Mobile User Eperience deve far si che gli utenti si sentano al sicuro nel loro interagire con le varie parti del sito. Infatti, sentirsi a sicuro mentre si eseguono pagamenti o semplicemente si fanno delle ricerche su un sito è fondamentale per ogni utente. Ovviamente la sicurezza alla quale si fa riferimento è quella relativa ai dati dell’utente e alla propria identità: in nessun modo, infatti, questi due fattori andrebbero esposti da una protezione carente della navigazione, sia da desktop che da mobile.
    Gli utenti, inoltre, non andrebbero protetti solo da terze parti in cattiva fede ma anche da loro stessi: alcuni piccoli stratagemmi, come un logout automatico dopo un certo tempo di inattività, la negazione del tentativo di inserimento password dopo un tot di tentativi, faranno sentire protetti gli utenti anche nella navigazione da mobile.

La User Experience non passa mai di moda: avrà sempre un altissimo valore nel processo di conversione tanto da desktop quanto da mobile. Eppure, visitando la versione mobile di molti siti, è chiaro che questo concetto non si sia ancora sufficientemente diffuso: è importante riflettere sul fatto che è fondamentale fare un’ottima impressione con la Mobile User Experience perché quella potrebbe essere l’unica impressione che si ha la possibilità di fare.

Roberta Gallo